L'esercito potrebbe finanziare le tecnologie 5G e mm-Wave

Tutte le discussioni e gli argomenti che non hanno una categoria nel forum ma che riguardano comunque la tecnologia in genere.
Rispondi
Avatar utente
Tech
Amministratore
Amministratore
Livello 4
Livello 4
Messaggi: 101
Iscritto il: 26 ottobre 2019, 11:11
Reputation: 3

L'esercito potrebbe finanziare le tecnologie 5G e mm-Wave

Messaggio da Tech » 8 dicembre 2019, 11:35

L'esercito Americano potrebbe finanziare lo sviluppo delle tecnologie 5G e mm-Wave contribuendo così a migliorare le comunicazioni militari e le apparecchiature di rilevamento.

La Carbonics, Inc., ha collaborato con l'Università della California del sud per sviluppare una tecnologia di nanotubi di carbonio che, per la prima volta, ha raggiunto velocità superiori ai 100 GHz nelle radiofrequenze. I nanotubi di carbonio, sono considerati una promettente tecnologia, ha dichiarato il dott. Joe Qiu, direttore del programma. Il prossimo passo è ridimensionare questa tecnologia che potrebbe aiutare l'esercito a soddisfare le sue esigenze in termini di comunicazioni, radar, elettronica e altre applicazioni di rilevamento. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Nature Electronics .

Nanotubi di carbonio

Per quasi due decenni, i ricercatori hanno ipotizzato che i nanotubi di carbonio sarebbero ben adatti come tecnologia a transistor ad alta frequenza grazie alle sue caratteristiche uniche di trasporto degli elettroni unidimensionali. La sfida ingegneristica è stata quella di assemblare i nanotubi semiconduttori di elevata purezza in un array densamente allineato e creare un dispositivo funzionante da questo nanomateriale. La Carbonics, è una start-up che ha superato con successo questa sfida. Indubbiamente, una tecnologia del futuro che deve però essere ancora sviluppata.

Le proiezioni basate sul ridimensionamento delle metriche dei singoli dispositivi a nanotubi di carbonio suggeriscono che la tecnologia potrebbe in definitiva superare di gran lunga la tecnologia RF. Carbonics utilizza una tecnologia di deposizione denominata ZEBRA che consente di allineare e depositare nanotubi di carbonio su una varietà di substrati di chip tra cui silicio, quarzo e altri materiali flessibili.

Ciò consente a questa tecnologia di essere direttamente integrata con i tradizionali circuiti logici digitali CMOS, superando il tipico problema dell'integrazione eterogenea. Con questo risultato, i tempi sono maturi per sfruttare la tecnologia CMOS compatibile con i mercati delle comunicazioni di difesa 5G e mm-Wave, ha dichiarato Kos Galatsis, CEO della Carbonics.

Fonte della notizia: United States

Articoli e guide di Tech Universe sulla tecnologia che ti potrebbero interessare:
word count: 363
Il mio PC:
  • Intel Core i5-9600K
  • Noctua NH-C14S
  • Asus Strix Z390-E
  • RAM 16GB G.Skill RGB 3200MHz
  • MSI GeForce GTX 1080
  • SSD Samsung 960 EVO M.2
Altro; Case Thermaltake V200 e monitor Asus VX24AH

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti